mercoledì 5 ottobre 2022

ore:

logo infermieristica journal

Bisoprololo


Il bisoprololo è un farmaco della classe dei Beta-bloccante utilizzato nell’insufficienza cardiaca, dell’aritmia e dell’ipertensione. È un farmaco Beta-1 selettivo in grado di interagire con il sistema parasimpatico per garantire il mantenimento della gittata cardiaca. La sua assunzione è controindicata nei casi di shock cardiogeno, arresto atrio-ventricolare di secondo e terzo grado (con assenza di pacemaker), sindrome del seno malato, blocco del seno atriale, bradicardia sintomatica, ipotensione sintomatica, asma bronchiale grave o malattia polmonare cronica ostruttiva grava, acidosi metabolica, feocrmocitoma non trattato, forma grave di ostruzione arteriosa periferica e forme gravi della Sindrome di Rayanaud, ipersensibilità al bisoprololo, insufficienza cardiaca acuta o episodi di insufficienza cardiaca scompensata che richiedono terapia inotropa.

Si tratta di un beta-bloccante altamente selettivo per i recettori B-1 e presenta una minore affinità (molto bassa) per i Beta-2 della muscolatura liscia bronchiale e vasale, medesima cosa per quelli che regolano il metabolismo. Il meccanismo d’azione per quanto riguarda i casi di ipertensione non è del tutto noto, ma è certo che il bisoprololo dimunisce notevolmente i valori di Renina nel sangue. Nei pazienti con angina, il blocco dei B-1 riduce l’azione del cuore e di conseguenza il consumo di ossigeno. Riduce anche la frequenza cardiaca e la gittata sistolica.

Nei pazienti con Cardiopatia ischemica l’interruzione della terapia non deve avvenire in maniera repentina in quanto questo potrebbe portare a un peggioramento della patologia stessa. E’ da evitare anche l’assunzione contemporanea con Amiodarone, farmaci antiaritmici di prima classe, calcio antagonisti come Verapamil anche Diltiazem, farmaci anti-ipertensivi, farmaci antiaritmici di classe terza, parasimpaticomimetici, beta-bloccanti topici, insulina e antidiabetici orali, anestetici, glicosidi digitalici, FANS.

Le voci del Glossario di infermieristica journal sono libere da ogni copyright. Ti va di contribuire alla sua crescita e perfezionamento? Invia una mail all’indirizzo scrivici@infermieristicaj.it.

    Scrivici